Archive for Piazza Adriatico

Riunione pubblica del 28 settembre 2017

Cattura

Qui di seguito potete scaricare il documento che le realtà associative del quartiere hanno presentato al Municipio durante l’incontro pubblico del 28 settembre scorso: punti riunione pubblica del 28 settembre con tavole PDF

IMG-20170929-WA0008

Un nostro intervento su Primocanale-Live on the road

anteprima

Pubblichiamo un paio di stralci del nostro intervento del 18 settembre 2017 sul dissesto idrogeologico del quartiere. Nel primo video la proposta di progetto pilota di autoprotezione dal rischio alluvionale:

Nel secondo video l’intervento sui lavori di adeguamento idraulico del rio Torre:

http://www.primocanale.it/video/piazzale-adriatico-comitato-amici-ponte-carrega-aspettiamo-i-lavori-di-adeguamento-idraulico-del-rio-torre-di-quezzi–96539.html

Commissione parlamentare di inchiesta sulle periferie in Piazza Adriatico

Commisione

20170911_18591520170911_18575220170911_185903

Guerrilla Gardening! Sabato 8 Aprile ore 10:00

GG

17634694_1812912199034960_6450145048548283793_n

Domani Amici di Ponte Carrega ospiti al Laboratorio di analisi e progettazione del paesaggio ad Architettura!

sab

15037279_1732777900381724_8371006775264465136_n

Guerrilla gardening!

gardening

In attesa di scendere di nuovo per strada il prossimo Sabato 19 Novembre insieme al Comitato di Piazza Adriatico e al Centro documentazione Val Bisagno per un nuovo guerrilla gardening rinfreschiamoci la memoria con il video di Ghett Up TV sulla guerrilla del 2015 a Ponte Carrega!

 

 

Il volantino per la giornata di sabato 19 novembre

Il volantino per la giornata di sabato 19 novembre

Alcune osservazioni presentate al Municipio IV sul nostro quartiere

commisione

Il documento è stato inviato in Municipio alla fine di Luglio.

-sistemazione idraulica Rio Torre
In merito ai lavori di sistemazione idraulica del Rio Torre si chiede di aggiornare la cittadinanza circa l’inizio dei lavori. Al momento, come risulta dal sito internet del Comune di Genova l’avvio della procedura per la gara di appalto è prevista per ottobre 2016. Ciò rappresenta un ulteriore rinvio per l’apertura di un cantiere e di fondamentale importanza per il quartiere.
-rifacimento acque bianche Passo Ponte Carrega e Piazza Adriatico
 Come riferito dall’Ufficio Idraulica del Comune di Genova la somma destinata all’adeguamento idraulico del Rio Torre non è sufficiente a garantire anche la  fondamentale opera di rifacimento della rete di acque bianche di Passo Ponte Carrega e Piazza Adriatico. Rivolgiamo pertanto all’Amministrazione la richiesta di intervenire contestualmente ai lavori di adeguamento idraulico del Rio Torre (così da concentrare i lavori in un unico lotto) utilizzando fondi municipali o comunali destinati a questa categoria di opere e/o ribassi d’asta dovuti ai lavori di sistemazione idraulica del rio Torre.

-progetto rifacimento Piazza Adriatico: situazione dei fondi stanziati e della procedura presso Ass.Lavori Pubblici
A seguito degli incontri con il Municipio IV Media Val Bisagno e a seguito delle assemblee pubbliche di quartiere svoltesi nell’arco dell’estate 2015 sono state presentate, dai cittadini del quartiere, all’Ufficio dei Lavori Pubblici del Comune di Genova le linee guide per il rifacimento di Piazza Adriatico attraverso l’utilizzo dei fondi ricavati dalla mancata realizzazione del cordolo stradale e della progettazione di Piazza Adriatico derivanti dagli oneri di urbanizzazione del Bricoman.
Si intende chiedere conto all’Amministrazione di quanto presentato e protocollato dagli uffici, chiedendo di essere aggiornati sullo stato attuale della progettazione, facente riferimento all’Assessorato al Territorio del Municipio e all’Assessorato ai Lavori Pubblici del Comune di Genova-Direzione Lavori Pubblici-Settore Progettazione e Opere Pubbliche (Arch. Mirco Grassi). Analogamente si chiede all’amministrazione municipale di aggiornare la cittadinanza sugli esiti della richiesta da parte del Consiglio comunale di effettuare un sopralluogo della Commissione V Territorio presso Piazza Adriatico e Ponte Carrega.

-aggiornamento sui lavori di tracciatura della segnaletica orizzontale presso Via Fratelli Chiarella e realizzazione nuovo attraversamento presso Via Ponte Carrega
A seguito dei sopralluoghi dell’Ufficio tecnico del Municipio IV Media Val Bisagno e della Polizia Locale effettuati nel mese di giugno sulle problematiche relative alla viabilità di Via Ponte Carrega e Via Fratelli Chiarella era emersa la necessità di tracciare una nuova e più efficace segnaletica orizzontale all’inizio di Via Fratelli Chiarella e di installare un nuovo attraversamento pedonale presso i bidoni R.S.U. in Via Ponte Carrega. A seguito di tali iniziative chiediamo al Municipio IV Media Val Bisagno di aggiornare la cittadinanza.

(Su Via Chiarella è stato anche fatto presente, successivamente alla mail e all’incontro con l’Ufficio Tecnico che va rialzato lo scalino con il quale si accede ai civici di Via Fratelli Chiarella, come prima dei lavori. E’ inoltre stato fatto il sollecito ai Chiarella per la sfalciatura delle alberature sul lato sx di Via Fratelli Chiarella)

Risposta del Municipio: in attesa di aggiornamento da Aster

-aggiornamento sulla sistemazione delle aiuole di Ponte Carrega e sull’intervento di Amiu
A seguito del sopralluogo dell’Ufficio tecnico del Municipio, del dirigente di Amiu, del rappresentante dell’amministrazione del condominio Bricoman-Sogegross e dei giardinieri responsabili della manutenzione delle aiuole sono state installate nuove piante al posto di quelle seccate e si sta procedendo alla manutenzione del verde e dell’impianto di irrigazione, così come richiesto dal contratto di gestione delle aree verdi stipulato tra Comune di Genova e gestore dell’area suddetta, oltrechè dalle richieste della cittadinanza.
A seguito di ciò si vuole sottolineare, per permettere una più facile ed efficace manutenzione di tali aree, la necessità di installare dissuasori volti a impedire ai cani di accedere alle aiuole.
Si chiede anche all’Amministrazione municipale di aggiornare la cittadinanza circa una eventuale e auspicabile modifica del contratto di gestione delle aree che al momento non prevedono l’intervento di Amiu per quanto riguarda la pulizia del quartiere nelle aree di nuova realizzazione.
Allo stesso tempo si vuole esprimere vivo apprezzamento per l’installazione da parte di Amiu dei nuovi cassonetti in cemento dislocati in Piazza Adriatico e per la pulizia del verde della Creuza di Salita Terpi.

Risposta del Municipio: in attesa di modifica del contratto di gestione delle aree che avverrà nei prossimi mesi

-trogolo
Chiediamo all’amministrazione di aggiornare la Associazione, stipulante una convenzione di scopo con Questo Municipio per la gestione dell’area del lavatoio di Salita alla Chiesa di Staglieno, circa il proseguo dei lavori di sistemazione del muro di confine tra l’area del lavatoio e quella del Cimitero monumentale di Staglieno.
In assenza di questi necessari lavori di sicurezza, la nostra associazione è costretta a tenere chiusa l’area e a non poter proseguire i lavori di recupero dell’area pubblica.

-pali storici Ponte carrega
A seguito di richieste effettuate nel tempo al Presidente del Municipio IV Media Val Bisagno e all’Ufficio tecnico del Municipio si è chiesta, in passato, la possibilità di inserire nel capitolo di spese municipale riguardante la Illuminazione pubblica l’inserimento della illuminazione storica ai due estremi del Ponte Carrega. Chiediamo all’Amministrazione municipale di comunicarci l’eventuale adesione a questa progettazione già approvata dalla Soprintendenza e dagli Uffici competenti del Comune di Genova.

Inoltre la Associazione ha presentato altre tre segnalazioni al Municipio:

-la prima in data 1 agosto, mandata al Presidente del Municipio IV Gianelli, all’Ufficio Tecnico e alla Soprintendenza è stata poi trasmessa all’ing.Pinasco dell’Ufficio Idraulica del Comune di Genova riguarda lo stato di erosione della platea di Ponte Carrega. Qui di seguito il testo della mail:

Con la presente mail si vuole dare seguito alle segnalazioni fatte in precedenza in sede di audizione in Consiglio Comunale e Osservazioni al Piano triennale dei Lavori Pubblici circa la situazione di degrado ed erosione della platea in cemento armato del Ponte Carrega. Le armature sono oramai da molto tempo a vista e non risultano più essere coperte da cemento; la stessa base si presenta oramai molto erosa e scavata dalle acque. Dando seguito alle richieste dei cittadini riferiamo all’Amministrazione municipale i nostri dubbi e le nostre preoccupazioni per questa situazione e chiediamo al Municipio IV Media Val Bisagno di farsi carico della comunicazione all’Assessorato ai Lavori Pubblici del Comune di Genova affinchè i suoi tecnici possano eseguire un sopralluogo e possano quindi stabilire l’entità del problema e intervenire a salvaguardia del bene storico monumentale di Ponte Carrega, in accordo con la Soprintendenza competente, che legge in copia.
Si resta in attesa di risposta e si saluta cordialmente.

Questa la risposta del Municipio:

Spett. Associazione Amici di Ponte Carrega

In relazione alla Vostra segnalazione di cui sotto, qui pervenuta alla Segreteria del Presidente (prot. 268033/3.8.2016) e   per conoscenza   all’Area Tecnica municipale e ai Beni Culturali, si informa che la stessa,  come da Voi richiesto,  è stata inoltrata  alla Segreteria dell’Assessorato ai Lavori Pubblici del Comune di Genova.

L’Area Tecnica municipale, tramite il Responsabile Geom. Roberto Maragliano, si è peraltro prontamente attivata al fine di verificare, come di sua primaria competenza, quanto da Voi evidenziato, interessando gli Uffici competenti per gli opportuni sopralluoghi e le valutazioni in merito a quanto segnalato.

Cordiali saluti

Il Presidente del Municipio IV

Agostino Gianelli

Segreteria Organi Istituzionali

Municipio IV Media Val Bisagno

(Arrigo Gemignani)

-la seconda in data 9 agosto riguardate la movimentazione terra nel greto del Bisagno all’altezza delle Gavette. della quale l’assessore al territorio del Municipio IV, Gianni Bagnino, ci ha riferito quanto segue: “si tratta di una operazione autorizzata dalla Città Metropolitana e si tratta di terra prelevata da sotto la copertura dello Stadio di Marassi ( Aster sta effettuando la pulizia della parte sottostante la copertura del Bisagno in Piazzale Marassi), stoccata presso il greto all’altezza delle Gavette e in attesa di essere collocata all’altezza della briglia del ponte Monteverde a Staglieno”.

-la terza in data 10 agosto riguardante i lavori di ripristino della pavimentazione presso la rotonda di Ponte Carrega (laddove sono stati effettuati gli scavi per la realizzazione della bocca di lupo, guarda articolo precedente): al posto degli autobloccanti drenanti è stata fatta una asfaltatura del marciapiede. Abbiamo chiesto, tramite il Municipio e l’Ufficio tecnico, spiegazioni: Aster ci ha comunicato che l’asfaltatura è stata voluta perchè, a detta del geometra di Aster, “altrimenti si rischia che la forza dell’acqua si porti via i blocchetti”.  Crediamo che il Municipio possa trovare insieme ad Aster una soluzione diversa da quella oggi adottata e ripristinare la pavimentazione drenante in autobloccanti.

E’ stato poi fatto il punto sulla edicola votiva di Ponte Carrega. La nostra associazione insieme alla Parrocchia di Montesignano è in attesa degli ultimi rinnovi di autorizzazione per iniziare i lavori di riposizionamento dell’edicola.

Infine è stato fatto presente il problema della pensilina dell’autobus mancante in Via Terpi all’incrocio con Via Mogadiscio.

 

Piazza Adriatico: il mio posto magico

postom

Pubblichiamo il racconto scritto da Sabrina Casagrande su Piazza Adriatico per la guida topografica alternativa alla città di Genova ideata da Incontri in Città, il laboratorio permanente di studi urbani dell’Università di Genova che ci aveva chiesto di scrivere un contributo sul nostro quartiere: Sabrina ha scritto il suo ricordo in un testo che la rappresenta e che rappresenta il suo e il nostro amore nei confronti di Piazza Adriatico e del Nostro quartiere! Il Blog Luoghi Comuni racconta la vita della città nei piccoli racconti di chi la abita e la frequenta: i luoghi comuni, gli spazi condivisi, i momenti collettivi. Descrive la città delle persone. L’idea è stata sviluppata nel corso del 2013 ed è stata pubblicata in un libro, che trovate in tutte le librerie: Luoghi Comuni – Guida topografica alternativa della città (http://genova.mentelocale.it/64753-genova-luoghi-comuni-arriva-guida-informale-citta/)

Qui il link al sito e al racconto firmato da Sabrina Casagrande: https://luoghicomunigenova.wordpress.com/2015/05/23/il-mio-posto-magico-piazza-adriatico/

Buona lettura!

Qui il testo del racconto:

Voglio raccontare una storia…la storia di un posto magico.
Si…magico.
Un posto di cui non puoi non innamorarti.
Piazza Adriatico.
Ci sono arrivata da bambina,2 anni e mezzo appena. La mia piazza l’ho vista la prima volta da sopra un’Ape 50, durante il trasloco da via Madre di Dio (altro posto meraviglioso, purtroppo distrutto). Nonostante i pochi anni che avevo, il ricordo è vivissimo… un “rettangolo” bellissimo…alberi, panchine, giochi per bambini.
Spazio per tutti. Da 0 a 100 anni.
Li sono cresciuta…insieme a molti altri.
È stato bello crescere li. Eravamo tanti, di tutte le età…che ricordi…
Alla mattina a scuola, pranzo e poi tutti fuori. Nel nostro mondo magico.
Dove si poteva stare ore e ore a giocare a grette, maschi e femmine, a nascondino…chi pattinava, chi giocava a pallone…Quanti vetri rotti ai piani terreni!!!
Chi costruiva carretti per poi lanciarsi (come pazzi) giù dal discesone di Ponte
Carrega.
Chi giocava a “figu”…c’è l’ho…mi manca…
Nella mia piazza c’era sempre posto per tutti. Grandi e piccini. Le mamme…che ti chiamavano dalla finestra…le nonne…erano le mamme e le nonne di tutti..un piccolo paese…
Poi, da grande, li sono cresciuti i miei figli, i figli delle mie amiche.
È stato bello vedere che anche loro hanno vissuto con amore quel posto…anche se la generazione era un’altra, l’amore per la mia piazza, da parte loro, è stato lo stesso. E anche loro, oggi adulti, ognuno con la loro vita e la loro storia si ritrovano

  1. Sulle stesse panchine di un tempo, come se il tempo si fosse fermato.

Perché in un posto così, nella mia piazza, non puoi non starci bene.
Negli anni, la mia piazza, è stata anche maltrattata…dagli eventi atmosferici…dalle istituzioni…dall’egoismo.
Ma ogni volta che sono li…che mi siedo su una panchina e mi guardo intorno…mi rendo conto di quanto sono stata fortunata a crescere in quel posto…e di quanto lo amo.
Dove si era tutti (o quasi) amici, dove i bambini si sbucciavano le ginocchia, dove si beveva alla fontanella, dove la sera c ‘era chi prendeva la chitarra e si cantava tutti insieme. Dove a mezzanotte, d’estate, un’anguria divisa da “buoni fratelli”.
Dove si andava in motorino in due…dove si faceva la guerra dei gavettoni…dove il
24 giugno tutti sul greto del Bisagno A fare il falò…ma i “pive” no, era pericoloso.
Riuscite, leggendo i miei ricordi, ad immaginare questo posto magico…la mia piazza?
E sì… la MIA PIAZZA…….ci torno spesso a respirare i ricordi…a mettere insieme i pezzi del mio cuore.

 

Una bella notizia per la Piazza!

Repubblica

<link articolo di Repubblica>

Repubblica

La notizia è arrivata inaspettata: pur non avendo avuto alcun ruolo nel processo vero e proprio ci siamo sempre schierati al fianco della Arkia e della sua famiglia: accogliamo la notizia con gioia e commozione perchè sono stati 5 anni di lotta insieme alla famiglia, 5 anni di consigli comunali, incontri con assessori, interrogazioni consiliari, commissioni, giornali e giornalisti: alla fine abbiamo vinto tutti, abbiamo vinto perchè sapevamo di essere nel giusto e perchè sapevamo che la Dignità delle persone era stata ferita ed era giusto lottare al fianco di quella famiglia.
Oggi è il giorno della gioia e della commozione!
Piazza Adriatico ha visto riconosciuta la sua dignità,
Viva la Piazza Viva!

157° Brigata SAP Guglielmetti-Distaccamento Ponte Carrega: quando a Ponte Carrega nasceva la Resistenza della Val Bisagno

13062066_822032171261038_33210597416457191_n

de2580f8-155d-44ff-afb8-74c3c0c6d99e

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Luca Borzani ci ha segnalato queste pagine del libro “Guerriglia in Val Bisagno” dove si racconta l’inizio della lotta partigiana in Val Bisagno e a Genova. Le condividiamo con voi in questo 25 Aprile affinchè il ricordo di quella lotta sia esempio e non solo ricordo.

Guerriglia in Val Bisagno, pag.101

Guerriglia in Val Bisagno, pag.101

Condividiamo con Voi anche alcune lettere di Piero Pinetti (175ª Brigata Garibaldi SAP poi Brigata Guglielmetti) inviate alla madre e alla zia in Via Ponte Carraga 7/1 prima della esecuzione della condanna a morte da parte dei nazifascisti:

http://lacadellolmo.altervista.org/pagina-149791.html

il bellissimo striscione dei ragazzi e le ragazze del Pinelli

il bellissimo striscione dei ragazzi e le ragazze del Pinelli

 



Alle ore 10:00 è prevista la deposizione delle corone dell’Anpi fornite dal Municipio IV Media Val Bisagno in Piazza Adriatico.

Informative alla cittadinanza

Info
n.1/2016

n.1/2016

n.2/2016

n.2/2016

La Costituzione in Piazza torna domani in Piazza Adriatico!

Contri

Domattina in Piazza Adriatico parliamo di Resistenza e Costituzione insieme agli studenti dell’Istituto Comprensivo Staglieno e all’ex Giudice della Corte Costituzionale Fernanda Contri!
L’ingresso è libero ma in caso di brutto tempo o freddo l’appuntamento sarà spostato a scuola e sarà riservato ai soli studenti e insegnanti della scuola.
Schermata 2016-04-19 a 09.45.18

“La mafia uccide, il silenzio pure”: un incontro sulle mafie con l’Istituto Comprensivo Staglieno, L’istituto Tecnico Marco Polo di Palermo e Fernanda Contri

Mafia

Schermata 2016-04-02 a 14.17.23

Audizione in Commissione V Territorio per progetto Rio Torre

Torre

Mercoledì 17 Febbraio siamo stati auditi dalla Quinta Commissione del Comune di Genova riguardo all’approvazione del progetto di sistemazione idraulica del Rio Torre. Nell’occasione abbiamo posto le osservazioni che avevamo preparato insieme al Comitato di Piazza, al Centro documentazione e all’Arci Ponte Carrega (clicca qui: RIO TORRE, osservazioni PDF). Oltre a quelle domande abbiamo posto anche nuove osservazioni sulle ordinanze di sgombero in caso di allerta meteo ( http://www.comune.genova.it/content/nord-2015-439-del-29122015-temporanee-limitazioni-duso-occasione-della-dichiarazione-di-stat), sul piano di Protezione Civile per il quartiere e sulla problematica della raccolta e regimazione delle acque del Piazzale delle Autostrade che provoca continuamente danni alla zona dell’Orpea e di Via Laiasso.

Ad alcune delle domande che avevamo già posto in precedenza in sede di Conferenza dei Servizi l’Amministrazione comunale ha risposto attraverso i propri tecnici nella Proposta Delibera per l’approvazione del progetto di sistemazione idraulica del rio Torre: l’unica osservazione che è stata accolta è quella che prevede che il Comune si faccia carico di comunicare alla Regione la necessità di intervenire nella parte a monte del Rio Torre. Questa parte non verrà infatti toccata da questa fase di lavori perchè non è sotto la competenza del comune di Genova ma è bene demaniale dato in concessione a privati (i proprietari dei magazzini di Passo Ponte Carrega).

Qui trovate la Delibera per l’approvazione del progetto di sistemazione idraulica del rio Torre:  http://www.comune.genova.it/sites/default/files/doc_sedute/prop_2016_0004_testo_sistemazione_idraulica_rio_torre_quezzi.pdf

Qui potete ascoltare l’intero audio della commissione V Territorio con gli interventi della Associazione, del Vice Sindaco, del Vice Presidente del Municipio IV, dei tecnici e dei Commissari: la prima parte della Commissione riguardava il Piano Caso della Regione. L’audio sul Rio Torre parte al Minuto 15:43:46

http://www.comune.genova.it/content/seduta-del-17022016

In definitiva la Commissione ha fissato la data di approvazione del progetto che sarà martedì 23 febbraio. E’ stato poi proposto da parte di alcuni consiglieri comunali di fare un sopralluogo nella zona di Piazza Adriatico/Orpea/Laiasso. Infine il Vice sindaco, sulla questione delle ordinanze ha detto che una volta che la Regione Liguria avrà finito la riperimetrazione delle aree di esondabilità è possibile che l’ordinanza di sgombero per la sponda destra del Mermi (Salita alla Chiesa di Montesignano, via Fratelli Chiarella) venga superata definitivamente.

Il Politecnico di Milano studia le opportunità del Bisagno

Su Il Secolo XIX del 27 gennaio si parla dei laboratori di Architettura che il Politecnico di Milano svolgerà in Val Bisagno nel prossimo biennio accademico:12644702_1551575248501991_50532267707494459_n

Resilience Practices Forum: Amici di Ponte Carrega col Politecnico di Milano al Forum dell’osservatorio Pratiche di Resilienza 2016

resilienza
OPR_CALL_FORUMpraticheresilienza2016

Scarica il volantino

L’Osservatorio Pratiche di Resilienza rappresenta la prima esperienza nazionale dedicata sia all’analisi del concetto di resilienza sotto il profilo scientifico e culturale che alla sua concreta attuazione. Saranno infatti raccolte le più significative iniziative e pratiche nazionali che promuovono la resilienza dei territori. Nell’ambito di questo progetto è nato il FORUM Pratiche di Resilienza 2016.

L’Osservatorio assume come obiettivo strategico l’accrescimento del patrimonio di conoscenze tecnico-scientifiche per tutti i soggetti territoriali, le istituzioni e le comunità coinvolte in un progetto di transizione verso una società più forte, consapevole e adattiva.

Gli assi di attività dell’Osservatorio sono:

> avviare una mappatura delle iniziative di resilienza a livello nazionale, con una stretta integrazione tra la costruzione di quadri concettuali di riferimento e il coinvolgimento diretto dei soggetti promotori di iniziative

> promuovere un avanzamento scientifico sui temi della resilienza e della transizione basato sulla ricerca applicata al territorio e alle comunità

> sviluppare un insieme di strumenti e criteri progettuali a supporto della diffusione di pratiche di resilienza

> promuovere la formazione di una rete di soggetti e attori (networking).

Insieme al Politecnico di Milano la Associazione Amici di Ponte Carrega ha aderito alla edizione 2016 dell’Osservatorio Pratiche di Resilienza!

Questo il poster che sarà presentato domani a Milano dall’Ing. Daniele Fabrizio Bignami e da Emanuele Biagi,  tesista del Poli che ha studiato le criticità idrauliche del quartiere:

Il Poster che sarà presentato a Milano il prossimo 29 gennaio

Il Poster che sarà presentato a Milano il prossimo 29 gennaio

Qui i partecipanti al Forum, progetti e ricerche: http://www.resiliencelab.eu/pages/forum.html

Diavoli del Fango

http://www.ilsecoloxix.it/p/genova/2015/03/31/ARMhgEzD-genova_angeli_fango.shtml

Studenti, precari, ultras, disoccupati, immigrati, centri sociali, giovanissimi: tutti ragazze e ragazzi che agli occhi dei giornalisti e dei politici sono diventati l’ennesimo slogan con cui riempirsi la bocca nell’ennesima strumentalizzazione di una storia già vista troppe volte negli ultimi anni. In attesa della Terra Promessa della cura e della tutela del territorio ferito l’amministrazione bifronte con una mano concede permessi edilizi e continua a consumare suolo e a non occuparsi di tutela del territorio contribuendo a peggiorare il problema del dissesto idrogeologico e con l’altra mano dedica una strada ai ragazzi e alle ragazze del fango, cercando di salvare la propria coscienza: questo atto ci ricorda le innumerevoli storie degli “angeli per un giorno”, presto dimenticati e ritornati negli altri 364 giorni ad essere i soliti poveri diavoli di sempre: i “violenti dello stadio”, gli “immigrati che sarebbe meglio aiutarli a casa loro”, i “giovani senza valori”, gli “sfaccendati perdigiorno”…

La storia della intitolazione di una via genovese agli “Angeli del Fango” è un modo per ricordarci di chi è quotidianamente disprezzato e umiliato ma che è trasformato dalla retorica politica e dai rotocalchi popolar-giornalistici della nostra Genova in un Angelo nel momento del bisogno, come a sottolineare la Pietà che si prova nei suoi confronti.

Se fosse la Solidarietà o il Rispetto a muovervi, piuttosto che l’imperante voyeurismo mediatico che sotterra il vostro spirito critico, non ci chiamereste angeli ma semplicemente ragazzi e ragazze che hanno fatto qualcosa di Giusto.

Aprile 2015

http://www.wired.it/attualita/2014/10/13/non-chiamateci-angeli-fango/

Relazione incontro con Ufficio Tecnico del Municipio

Oggi abbiamo incontrato il geom. Maragliano dell’Ufficio tecnico del Municipio. Ecco alcuni aggiornamenti:

civico 6: è stata tolta l’erba cresciuta sul pluviale

Calderina civico 4 con tubi esterni: dovrebbe ripartire l’appalto per fare le crene negli appartamenti

Saranno ripristinati 18 appartamenti vuoti tra Piazza Adriatico e le casette di Lungo Bisagno Dalmazia (non quelli dei piani bassi naturalmente). L’appalto è stato vinto dall’azienda Teknika, stessa ditta che sta facendo i marciapiedi di lungo Bisagno.
I lavori che si stanno effettuando adesso sul marciapiede di Lungo Bisagno comportano la realizzazione di nuove bocchette dell’acqua per ciascuna casetta di Lungo Bisagno così che in caso di rottura della bocchetta rimarrà senza acqua solo la casetta con la bocchetta rotta e non anche tutte le altre come succede ora. Inoltre spostando le bocchette la competenza passa dal comune a Mediterranea delle Acque e in questo modo si potrà usufruire del loro pronto intervento. L’asfaltatura verrà fatta anche nelle piazzette interne, oltre che sul marciapiede.

A breve verrà tracciato il marciapiede a scendere di Piazza Adriatico ma il prossimo anno si tenterà di realizzare un vero e proprio marciapiede, al di fuori dei 93 mila euro che sono stati stanziati per la riqualificazione del quartiere.

Tombini Piazza Adriatico: stappato il tombino davanti alla chiesa ma non risultano altri tombini tappati. Non è stato possibile inserire una bocca di lupo nel marciapiede perchè il marciapiede non era abbastanza alto. Si attende rifacimento della intera rete bianca di Piazza che avverrà solo con i lavori del rio Torre.

Trogolo: arriveranno le luserne ordinate per la sostituzione delle lastre mancanti o danneggiate. Stesso discorso vale per la luserna danneggiata sul Ponte Carrega.

Infine Amiu metterà i cestini in piazza e a ponte Carrega.

Vogliamo ringraziare il Geom. Roberto Maragliano per la collaborazione!

Le idee del quartiere per migliorare Piazza Adriatico!

Idee

Dal mese di giugno le associazioni e i cittadini di Ponte Carrega e Piazza Adriatico si sono incontrati più volte per scegliere e discutere insieme cosa proporre alla Pubblica Amministrazione per il miglioramento di Piazza Adriatico. A seguito di alcune commissioni consiliari il Municipio e il Comune hanno messo a disposizione del quartiere una somma di circa 100 mila euro derivanti dagli oneri di urbanizzazione dell’edificio per il Bricoman e più precisamente dalla mancata realizzazione di un cordolo stradale e della mancata progettazione del restyling di Piazza Adriatico: briciole rispetto ai milioni di euro di investimento complessivo del centro commerciale e agli oneri di urbanizzazione versati nelle casse del comune (andati per metà a bilancio e per l’altra metà nei lavori di viabilità e di adeguamento idraulico del Mermi) ma pur sempre una somma di fondi utile per iniziare a lavorare al miglioramento del quartiere, in attesa soprattutto dei lavori di adeguamento idraulico del rio Torre e di rifacimento delle reti bianche, attesi da decenni. Il territorio ha cercato e voluto fortemente questa somma, anche se sicuramente insufficiente per affrontare un discorso di sistemazione più complessivo, e le realtà associative e aggregative del quartiere hanno quindi pensato che il modo migliore per scegliere cosa fare di quei soldi fosse quello di chiedere direttamente agli abitanti che vivono il territorio: il risultato di questi incontri e dell’ultima assemblea pubblica di sabato 9 gennaio è scritta in queste 8 pagine e negli allegati che illustrano le nostre idee.

Il “Documento condiviso per una progettazione partecipata di Piazza Adriatico” è stato oggi, 13 gennaio, consegnato in Municipio: oltre a singoli cittadini hanno partecipato e contribuito alla stesura del documento condiviso la Associazione Amici di Ponte Carrega, l’Arci Ponte Carrega, il Centro documentazione Val Bisagno e il Comitato di Piazza Adriatico.

Ora il documento affronterà il suo iter prima in Giunta Municipale (il Municipio è stato aggiornato degli incontri e ha organizzato una specifica commissione consiliare e una assemblea pubblica su questo tema) e infine in Comune dove la competenza spetta all’assessorato ai Lavori Pubblici.

L’idea emersa dagli incontri e che potete leggere nel documento in formato pdf qui sotto consiste principalmente nella pedonalizzazione della Piazza, in modo da rimettere al centro la socialità delle persone e dei rapporti umani limitando di conseguenza il passaggio delle auto nello spazio centrale del quartiere, un miglioramento dell’arredo urbano e della dotazione di giochi per bambini (con la individuazione di una seconda area per il gioco e la sostituzione del fondo del campetto con un nuovo fondo) e infine la delimitazione dell’area pedonale con una specifica pavimentazione drenante (tipo blocchetti o lastricato) che possa ridare permeabilità al suolo, migliorando la respirazione dell’impianto arboreo oggi presente e favorendo, anche solo per le piogge più leggere (perchè Piazza si allaga anche con piogge leggere!), l’assorbimento delle acque di caduta nel suolo (in attesa e ad integrazione di ben più importanti lavori di sistemazione idraulica come quelli sul Rio Torre, le reti bianche, regimazione acque dei versanti, scolmatore). La nuova pavimentazione contribuirà, secondo noi, a dare al nuovo spazio pedonale un aspetto di piazza pubblica e contribuirà al miglioramento estetico del quartiere.

Documento condiviso Piazza Adriatico definitivo 11 gennaio pdf

Allegato 1Allegato 2

Una delle assemblee: questa foto si riferisce alla riunione organizzata dal Municipio

Una delle assemblee: questa foto si riferisce alla riunione organizzata dal Municipio presso l’Arci Ponte Carrega

Oggi Assemblea di quartiere

Questo pomeriggio vi aspettiamo alle 18:00 alla assemblea di quartiere presso la sede del comitato di Piazza Adriatico al 10r di Piazza Adriatico!

12507662_815226225266734_2477292888156136889_n