Resilience Practices Forum: Amici di Ponte Carrega col Politecnico di Milano al Forum dell’osservatorio Pratiche di Resilienza 2016

resilienza
OPR_CALL_FORUMpraticheresilienza2016

Scarica il volantino

L’Osservatorio Pratiche di Resilienza rappresenta la prima esperienza nazionale dedicata sia all’analisi del concetto di resilienza sotto il profilo scientifico e culturale che alla sua concreta attuazione. Saranno infatti raccolte le più significative iniziative e pratiche nazionali che promuovono la resilienza dei territori. Nell’ambito di questo progetto è nato il FORUM Pratiche di Resilienza 2016.

L’Osservatorio assume come obiettivo strategico l’accrescimento del patrimonio di conoscenze tecnico-scientifiche per tutti i soggetti territoriali, le istituzioni e le comunità coinvolte in un progetto di transizione verso una società più forte, consapevole e adattiva.

Gli assi di attività dell’Osservatorio sono:

> avviare una mappatura delle iniziative di resilienza a livello nazionale, con una stretta integrazione tra la costruzione di quadri concettuali di riferimento e il coinvolgimento diretto dei soggetti promotori di iniziative

> promuovere un avanzamento scientifico sui temi della resilienza e della transizione basato sulla ricerca applicata al territorio e alle comunità

> sviluppare un insieme di strumenti e criteri progettuali a supporto della diffusione di pratiche di resilienza

> promuovere la formazione di una rete di soggetti e attori (networking).

Insieme al Politecnico di Milano la Associazione Amici di Ponte Carrega ha aderito alla edizione 2016 dell’Osservatorio Pratiche di Resilienza!

Questo il poster che sarà presentato domani a Milano dall’Ing. Daniele Fabrizio Bignami e da Emanuele Biagi,  tesista del Poli che ha studiato le criticità idrauliche del quartiere:

Il Poster che sarà presentato a Milano il prossimo 29 gennaio

Il Poster che sarà presentato a Milano il prossimo 29 gennaio

Qui i partecipanti al Forum, progetti e ricerche: http://www.resiliencelab.eu/pages/forum.html

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *